Fattura commerciale

La fattura commerciale è un documento specifico per le esportazioni, che agevola di fatto il passaggio dei prodotti alla dogana, verso un paese non appartenente all’Unione Europea (UE).

Questo si spediscono prodotti al di fuori dell’UE, per rispettare la normativa vigente, è necessario accompagnare la merce con una fattura commerciale e altri documenti doganali.

Il suo fine è di attestare l’avvenuta transazione fra mittente e destinatario, come un contratto di vendita o di altra natura, e fornire alle autorità doganali tutte le informazioni fondamentali ai fini dello sdoganamento delle merci e della determinazione degli oneri di legge, come i diritti doganali e chi accordi presi proprio tra mittente e destinatario (gli Incoterms 2020).

Si tratta di un documento doganale vincolante che contiene principalmente informazioni sul contenuto dei colli e che permette alle autorità doganali di stabilire se le merci spedite saranno soggette a dazi d’importazione.

Per le spedizioni all’interno dell’UE questa fattura speciale non è necessaria.

Per le spedizioni internazionali destinate a paesi non appartenenti all’UE questo documento è assolutamente obbligatorio, insieme alle dichiarazioni doganali (CN22 o CN23), un avviso di spedizione CP71 ed eventualmente anche un certificato di origine (CdO).

La fattura commerciale deve essere compilata in inglese e per questo anche in Italia viene chiamata con il nome di “commercial invoice“.

Alla spedizione devono essere allegate 3 copie della stessa, due esternamente e una all’interno del pacco.