Beni strumentali

I beni strumentali sono un insieme di beni materiali e immateriali, utilizzati per diversi anni, per il regolare svolgimento di un’impresa. Questi possono essere divisi in tre categorie:

  • Mobili strumentali (veicoli commerciali e industriali, attrezzature e impianti di lavoro, macchine da ufficio e arredi per uffici e negozi, ecc.);
  • Strumentali immobili (fabbricati strumentali);
  • Strumentali immateriali (brevetti, marchi, diritti su opere di ingegno, software, ecc.).

Essendo il loro utilizzo spalmato su molti anni la loro registrazione contabile segue il principio dell’ammortamento.

Beni strumentali: cos’è l’ammortamento?

L’ammortamento ha lo scopo di ripartire il costo di un bene in diversi esercizi. Questo significato l’importo sarà spalmato su più anni. Oggetto degli ammortamenti sono i beni definiti “a fecondità ripetuta”.

Gli oggetti di ammortamento possono essere sia materiali che immateriali

Chi acquista un bene strumentale non deduce subito l’intero costo sostenuto, ma solo la quota relativa all’anno di utilizzo. Però sono solo considerati per l’ammortamento quei beni che hanno un’utilità pluriennale.

Qual è la durata dell’ammortamento?

Dipende sempre dalla durata di utilizzo del bene. Questo vale, in linea di massima, ai fini della redazione del bilancio (ammortamento civilistico). Diversa invece la durata per la normativa fiscale. In questo caso infatti la durata varia in base a settore di attività dell’impresa e tipologia di bene acquistato.

Infatti, per la normativa fiscale è possibile dedurre l’intero costo del bene nell’anno di acquisto solo per il cui valore sia inferiore a 516,46€ (superammortamento).

Quale soggetti possono ammortizzare?

I beni strumentali possono essere ammortizzati dalle imprese e dai professionisti. Per il regime forfettario e il regime dei minimi ci sono delle regole specifiche da seguire

Regime forfettario 

Non esistono quote esatte dei costi da dedurre, in quanto vengono calcolati a forfait in percentuale al fatturato e alla tipologia di lavoro svolto.

Regime dei minimi

L’unica regola da rispettare è che imprese e professionisti non possono possedere beni strumentali per un valore superiore a una determinata soglia (attualmente 20.000€).