Fattura semplificata

La fattura semplificata e la fattura normale hanno lo stesso valore fiscale, la differenza fondamentale è il limite dell’importo: 400€ per quella semplificata e nessuno per quella normale. 

Nonostante i limiti dell’importo, la fattura semplificata ha dei benefici. Difatti è più semplice da compilare rispetto a quella normale: non bisogna inserire né i dati del cliente né i dettagli dei beni o servizi, basta la partita IVA o Codice Fiscale e una breve descrizione dei beni o servizi.

Normativa di riferimento per la fattura semplificata

La prima è quella introdotta nel 1972 (articolo 21 bis della legge sull’Iva, la numero 633 del 1972), all’epoca il tetto massimo era solo di 100€. La seconda (e ultima per il momento) è quella del 2019 (Decreto del 10 maggio 2019 del Ministero dell’economia e delle finanze), dove il limite massimo per la fattura semplificata è stato alzato a 400€.