IRPEF

L’Imposta sul reddito delle persone fisiche è un’imposta diretta, personale, progressiva e generale. L’imposta è regolata dal testo unico delle imposte sui redditi, emanato con DPR 22 dicembre 1986 n. 917.

L’IRPEF deve essere pagata da tutti quei soggetti che percepiscono le seguenti tipologie di redditi:

  • Fondiari;
  • Capitale;
  • Lavoro dipendente;
  • Lavoro autonomo;
  • Di impresa;
  • Diversi.

I soggetti passivi IRPEF: chi deve pagare?

I soggetti che devono pagare quest’imposta sono:

  • Le persone residenti sul territorio italiano, per i cespiti posseduti e i redditi prodotti in patria o all’estero;
  • Le persone non residenti sul territorio italiano, per i redditi prodotti nel territorio italiano società di persone
  • Le società di capitali i cui soci – ricorrendone le condizioni – hanno adottato la cosiddetta “tassazione per trasparenza”.

Aliquote IRPEF: come vengono calcolate?

L’IRPEF è determinata applicando al reddito complessivo, al netto degli oneri deducibili, le seguenti aliquote per scaglioni di reddito:

  • Da 0 a 15.000 euro: 23%
  • Da 15.001 a 28.000 euro: 27%
  • Da 28.001 a 55.000 euro: 38%
  • Da 55.001 a 75.000 euro: 41%
  • Più di 75.000 euro: 43%

Le basi imponibili IRPEF

La base imponibile dell’IRPEF è calcolata sommando il reddito complessivo dei soggetti passivi, al netto degli oneri deducibili e delle deduzioni spettanti. Per completare questo calcolo viene considerata la somma dei seguenti redditi:

  • Lavoro dipendente;
  • Lavoro autonomo;
  • Fondiari;
  • Di capitale;
  • D’impresa;
  • Diversi.