Fattura

La fattura è un documento con il quale si “certifica” una transazione economica per l’acquisto di un bene, servizio o prestazione professionale.

Deve essere visto come un contratto di vendita tra colui che vende (cedente/prestatore) e chi acquista (cessionario/committente).

Con il termine di fattura è impossibile non parlare di “fatturazione”, cioè le azioni di emissione e ricezione di fatture, che comportano sia la gestione di fatture in uscita (fatture inviate ai clienti), detto anche ciclo attivo, sia le fatture in entrata (fatture ricevute dai fornitori), che costituiscono il ciclo passivo in una contabilità aziendale.

Campi obbligatori della fattura

In base al tipo di fattura ci saranno campi differenti da compilare, tuttavia i campi da riempire per la compilazione completa di una fattura sono i seguenti

  • Data di emissione (e di transazione se non corrisponde con il pagamento);
  • Numero di serie (numero univoco);
  • Indirizzo completo di entrambe le parti;
  • Il tuo numero di partita IVA;
  • Dettagli della modalità di pagamento;
  • Data di consegna;
  • Descrizione completa dei beni e/o servizi inclusi nel prezzo;
  • L’aliquota e l’importo dell’IVA;
  • L’importo dovuto al netto dell’IVA;

Tipi di fattura

Esistono tantissimi tipi di fatture, di seguito un elenco di quelle più utilizzate:

Questo processo era svolto completamente in formato cartaceo fino a qualche anno fa, ma l’introduzione della fatturazione elettronica in Italia ha permesso di emettere e pagare fatture molto più velocemente, tutto grazie a piattaforme come FatturaPRO.click.

L’alternativa alle fatture Excel e Word

Un altro metodo di emettere fatture è attraverso alcuni dei programmi del Pacchetto Office. Sia Excel che Word ti permettono di creare modelli di fattura personalizzati. 

Nonostante ciò hanno dei svantaggi notevoli rispetto a un programma di fatturazione elettronica, come: 

  • Nessuna conservazione dei documenti;
  • Tempi di compilazione superiori;
  • Maggiore possibilità di errori.